NEWS









ACCORDO DI COLLABORAZIONE

Oggi, presso la splendida cornice di Palazzo Cusani in Milano, il Presidente di SDRC-Gorizia, Dr. Federico Maria Pellegatti ed il Comandante del Nato Rapid Deployable Corps-Italy con sede in Solbiate Olona, Gen. C.A. Giorgio Battisti, hanno siglato un importante accordo di collaborazione sulle tematiche relative alle problematiche connesse con la difesa e la sicurezza in ambito internazionale.

Saranno organizzate al riguardo tavole rotonde, seminari, conferenze e corsi nella città di Gorizia, sulle aree di crisi, definendo lo scenario di riferimento, individuando possibili soluzioni e traendo ammaestramenti dal personale delle Nazioni Unite, dell’Unione Europea, dell’- OSCE e di ONG che ha partecipato ad attività di gestione delle crisi o che si occupano della ricostruzione (Security Sector Reform). Tali attività saranno effettuate in sinergia con il corso di laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche dell’Università di Trieste nella sede di Gorizia.

Alla firma del Memorandum erano presenti inoltre il Vice presidente di SDRC, Dr. Ndamnsah Blaise Nkfunkoh (Camerun) ed il Comandante militare esercito “Lombardia”, Gen. B. Antonio Pennino. Al termine della cerimonia, una visita al palazzo che dal 1808 è stata storica sede di alti comandi militari quali ad esempio il francese e l'austriaco e dalla proclamazione del Regno d’Italia è entrato a far parte delle disponibilità infrastrutturali della Difesa italiana come sede di comandi.

Lo scopo del SDRC-Gorizia, è quello di diffondere la ricerca sulle politiche di difesa e di sicurezza internazionale, promuovendo analisi e studi sulle citate problematiche, con particolare riferimento alle aree di crisi internazionale ad elevata conflittualità, favorendo altresì iniziative didattiche e accademiche tramite tavole rotonde tematiche con la partecipazione di esperti nazionali ed internazionali.

La voglia di conoscere e far conoscere avvenimenti spesso lontani sia dal nostro vivere comune sia fisicamente ovvero in territori remoti, ha fatto sì che un gruppo di amici di nazionalità diverse, ma residenti nella regione Friuli Venezia Giulia da anni, abbiano sentito il bisogno di condividere prima insieme e poi di diffondere le proprie esperienze in campo geopolitico, della gestione delle crisi internazionali e del mantenimento della pace, sia sul web/FB sia con incontri periodici. Gorizia quindi ancora una volta si dimostra crocevia di iniziative culturali e associative che ne fanno un punto di riferimento di grande valenza.